#

Borgogna: il frazionamento dei vigneti

Con la legge napoleonica sulla successione ereditaria, dopo la rivoluzione francese, il patrimonio venne diviso in parti uguali fra tutti i figli, di generazione in generazione. Ciò significava che gli appezzamenti dei singolo proprietari tendevano a diventare sempre più piccoli.

Questa legge è alla base del frazionamento dei vigneti in Borgogna, con situazioni particolarmente complesse come quelle di Clos de Vougeot, il più grande dei Grand Cru, con oltre 50 ettari, divisi tra 82 proprietari. Per i più curiosi, il secondo Grand Cru più esteso è Échezeaux (34,79 ettari) e il più piccolo è La Romanée (0,86 ettari)