#

Formati

Le bottiglie in grande formato permettono al vino di maturare più lentamente: i profumi risultano più fini e più precisi. Lo spazio vuoto nel collo della bottiglia, in proporzione al contenuto, decresce con l’aumentare della dimensione della bottiglia: l’ossigeno è minore e il vino si mantiene più giovane. Lo spessore del vetro delle bottiglie è maggiore e il vino è più protetto. Negli champenoise tutto questo si esalta, perché in fase di affinamento sui lieviti, la quantità dei residui di fondo è maggiore e gli aromi che ne vengono estratti sono più intensi.

I nomi dei grandi formati derivano, in gran parte, dalla Bibbia.
Magnum – pari a 2 bottiglie, ovvero 1,5 litri.
Jeroboam (Geroboam, re dell’antico testamento) – pari a 4 bottiglie, ovvero 3 litri.
Rehoboam (Roboamo, figlio del re Salomone e primo re di Giuda) – pari a 6 bottiglie, ovvero 4,5 litri.
Mathusalem (patriarca del libro della Genesi) – pari a 8 bottiglie, ovvero 6 litri.
Salmanazar (Re assiro) – pari a 12 bottiglie, ovvero 9 litri.
Balthazar (Baldassarre, uno dei tre Magi) – pari a 16 bottiglie ovvero 12 litri.
Nabuchodonosor (re fondatore di una dinastia babilonese) pari a 20 bottiglie, ovvero 15 litri.
Melchior (Melchiorre, uno dei tre Magi) o Salomon (Salomone, re bibblico) – pari a 24 bottiglie, ovvero 18 litri.
Souverain (sovrano) – pari a 35 bottiglie ovvero 26,25 litri.
Primat (dal latino galloromano “primate”, il primato, di prim’ordine) – pari a 36 bottiglie, ovvero 27 litri.
Melchizédec (re bibblico) – pari a 40 bottiglie, ovvero 30 litri.
Adelaide – pari a 124 bottiglie, ovvero 93 litri.
Sublime – pari a 200 bottiglie, ovvero 150 litri.

In realtà esistono altre versioni nella terminologia francese che prevedono:
Marie Jeanne 2,5 litri
Double Magnum 3 litri
Jéroboam 3 litri (Champagne)
Jéroboam ancienne 4,5 litri
Jéroboam 5 litri
Imperiale 6 litri