#

Pinot Nero

Il Pinot Nero ha origini disperse nel tempo e nello spazio, ma quello che conosciamo oggi è un vino che nasce in Borgogna nel XVIII secolo e poi si sviluppa in Champagne: vino complicato da degustare, ma soprattutto da coltivare.

Unico e raro, poche sono le zone vocate a livello mondiale: Borgogna, Alto Adige, Orego. Uva dalla maturazione precoce, diventa una cartina di tornasole dei terroir. Grappolo piccolo, compatto, acino piccolo. Capriccioso, incostante, la vinificazione è sempre una sfida.

Ha caratteristiche organolettiche del tutto originali: lampone, menta, aneto, ciliegia e molto altro, specie dopo un lungo periodo di affinamento. Chiaro di colore, dalla profondità acida senza fine e trama tannica molto variabile, a volte debole, a volte ricca. Il nome deriva dalla forma compatta, simile ad una pigna, da cui pinot.